Meziérès

Meziérès

Il metodo Mézières si basa sui principi fondamentali delle catene muscolari, il controllo riflesso della postura, i riflessi antalgici, le compensazioni del corpo e permette una riabilitazione individuale e globale, attraverso il recupero della simmetria corporea.

Indicazioni

E' molto efficace nel trattamento delle scoliosi, condropatie femoro-rotulee, cervicalgie, ipercifosi, lombalgie, tendinopatie della cuffia e problemi alle spalle in genere, epicondiliti e tunnel carpale, la loro causa risiede spesso in problemi di origine posturale.

Il metodo Mézières trova applicazione in tutti i problemi di statica e le loro conseguenze, dolorose o no, in patologie ortopediche, reumatologiche, patologie legate allo sport, squilibri neurovegetativi che, per via riflessa, hanno provocato una perturbazione della stazione eretta, problemi digestivi, cardiaci o respiratori legati a una disfunzione diaframmatica, problemi neurologici e la loro conseguenza sulla postura.

L'arte mezierista è il rinforzo, con allungamento statico eccentrico, di una gran parte dei muscoli della catena posteriore. Obiettivo principale è armonizzare la postura.

Come funziona

La catena posteriore è un insieme di muscoli dalla sommità del cranio ai piedi che si comporta come un’unica fascia muscolare. Attraverso posture globali si mettono in tensione le catene muscolari nella loro interezza, così da limitare i compensi e il dolore.

Molto spesso l'insorgenza del dolore anticipa o concomita con una tensione muscolare sulle articolazioni, che limita il movimento e determina l'insorgenza di problemi muscolo-scheletrici (dolore e limitazione funzionale).

Il movimento del corpo deve avvenire in modo armonioso e fluido, i movimenti dei diversi distretti, in ogni momento della vita quotidiana, devono essere coordinati e controllati tra loro. Un blocco, una rigidità, una tensione muscolare possono comportare un’alterazione del movimento. La strategia è quella di allungare i muscoli chiave della postura così da consentire maggiore libertà di movimento.

Non importa il numero e/o la localizzazione dei problemi (sul sistema muscolo-scheletrico), noi trattiamo in globale: molto spesso il problema non è dove il problema o il sintomo si manifestano. Il Metodo Mézières non tratta un sintomo, ma la persona che ha il sintomo.

E' basata su i principi fondamentali di anatomia e biomeccanica, punti di riferimento uguali per tutti, perchè abbiamo tutti la stessa organizzazione anatomo-funzionale.

L'obiettivo della riarmonizzazione Mézières è il recupero di un buon l'allineamento corporeo affinché non insorgano compensi e dolori più gravi e strutturati.

La postura e la respirazione possono essere rieducate?

Non si impara a respirare perchè è la prima cosa che si fa venendo al mondo; la respirazione è un atto innato e automatico ma con un’attenta applicazione di stimoli mirati può essere migliorata, sollecitata, resa più attiva e funzionale.

Il metodo Mézières tratta il diaframma in quanto è il muscolo più importante per la statica vertebrale, in particolar modo i pilastri posteriori che si inseriscono sulle prime tre vertebre lombari. Per allungare i pilastri posteriori l’unico modo è l’espirazione forzata.

Ogni volta che si soffia, il centro frenico sale, le fibre carnose dei muscoli gastrici saranno allungate e dunque in un secondo momento avremo un diaframma più libero e funzionale. Avremo un effetto anche su organi e perineo, perciò trattare il diaframma è fondamentale ai fini del trattamento.